Mauro Baiocco

flauto traverso

Si diploma brillantemente nel 1991 presso il Conservatorio L. D’Annunzio di Pescara sotto la guida del prof. L. Libbi. Ne segue un lungo periodo di perfezionamento: Accademia Musicale Pescarese, IMK (Internationale Meisterkuse Koblenz – Germania), che lo vede confrontarsi con i maestri del calibro di Giuseppe Nova, Maxence Larrieu, Jean Pierre Rampal; percorso che culmina con l’assegnazione di una borsa di studio presso la Scuola Superiore di Musica della Valle D’Aosta, che lo vuole allievo dei maestri Giuseppe Nova (del quale diventerà assistente nel 2004) e Maxence Larrieu, indiscusso colosso francese del flauto del ‘900.
E’ stato diretto dai maestri D. Renzetti, G. Garbarino, F. Creux, J. Acs, M. Andreae. La sua musicalità lo ha portato ad eseguire concerti in tutto il mondo: Brasile, Argentina, Germania sia come solista che in formazioni cameristiche. Tra il ’94 e il ‘95 è stato invitato dal Consolato Italiano di Rio de Janeiro (Brasile), di Buenos Aires e di Cordoba (Argentina) a tenere una serie di concerti nelle seguenti città: Rio de Janeiro, Belo Horizonte, Juiz de Fora, San Paolo, Buenos Aires, Cordoba, Villa Maria e Rosario.
Il suo stile, ricco di energia, con picchi di notevole virtuosismo, lo hanno portato ad eseguire vari generi musicali, dalla classica, al rock, al jazz portandolo a collaborare con artisti come Alfredo Impullitti, Enrico Melozzi, Paolo Di Sabatino, Toni Fidanza, Bob Mintzer, Christan Meyer, Fabrizio Bosso. Ha inoltre inciso colonne sonore di spettacoli teatrali, cinematografici e documentari (Das Hertz, Niente di grave, Abitare la luce, Trasparente ma si vede). La sua versatilità lo rende ospite del Lisma Project nel loro primo singolo “Voglio Correre”.
Nell’ottobre e nel dicembre 2005, è partecipa a due prime esecuzioni assolute, assieme con il M° Giuseppe Nova: Ride-Side, concerto per due flauti, orchestra e musica elettronica, e a Roma, presso l’Auditorium del Parco della Musica, La storia in musica di Oliver Twist, entrambe del compositore teramano Enrico Melozzi
Partecipa come flautista in moltissimi progetti musicali e suona nelle più svariate formazioni cameristiche. Da molti anni lavora nel Quintetto Cherubino, ricoprendone anche il ruolo di direttore artistico. Con esso, oltre ad una attività concertistica intensa, che ha portato diversi compositori a scrivere per questa formazione, realizza numerose iniziative e manifestazioni di carattere socio-culturali.
All’attività concertistica affianca con notevole successo quella didattica, che lo vede impegnato in numerosi progetti educativi nelle scuole di vario ordine e grado.